}
Elemento Indigeno
Elemento Indigeno Elemento Indigeno
Natenadze

Natenadze

Meskheti Meskhuri Red Dry | 2019

VIN0220-19

Elemento Indigeno
750 ml

Scheda tecnica

  • Paese Georgia
  • Colore Rosso
  • Peculiarità Varietà autoctona, Libere Interpretazioni
  • Alcol 11.40%
  • Tappo Sughero

Vinificazione e Affinamento

Viti selvatiche pluri centenarie che crescono su terreni di matrice vulcanica che arricchiscono il vino di sfumature minerali. Raccolto a mano e vinificato in quevri di terracotta e non filtrato. Ne nasce un vino adatto per riappacificarsi col creato.

Descrizione Vino

Un intrigante assemblaggio di viti selvatiche secolari che esprimono la loro natura assolutamente unica regalando suggestioni di frutta rossa e sottobosco, ciliegia selvatica e bacche, e rinfrescanti note vegetali ed erbacee. Immancabile sapidità al sorso.

Natenadze

Georgia

Natenadze

Quella di Giorgi Natenadze è una storia relativamente recente, visto che i suoi primi vini sono datati 2009. Ci troviamo di fronte a una realtà unica, situata nella regione meridionale di Samtskhe-Javakheti, storicamente nota come Meskheti. Questa zona montuosa (le vigne vanno dai 1.000 ai 1.600 metri di quota) e di origine vulcanica in passato era intensamente coltivata, ma quattro secoli di occupazione ottomana hanno portato alla perdita di buona parte del patrimonio viticolo. Giorgi Natenadze ha così deciso di andare a caccia di vigne tra le foreste, dove la vegetazione aveva ricoperto la traccia dell'intervento umano. Oggi ha riportato in vita piante di oltre un secolo, con alcuni esemplari di addirittura 400 anni di età, ancora produttivi. Nei tradizionali qvevri vinifica con lunghe macerazioni sulle bucce uve di impareggiabile pregio, lavorando su numerose varietà autoctone, alcune delle quali pressoché sconosciute.

Scopri il produttore >
Elemento Indigeno
Elemento Indigeno