Elemento Indigeno
Elemento Indigeno Elemento Indigeno
CHATEAU

CHATEAU

DE CRANNE BORDEAUX BLANC JARDINER | 2022

VIN0363-22

Elemento Indigeno
750 ml

Scheda tecnica

  • Paese Francia
  • Colore Bianco
  • Peculiarità Varietà autoctona, Certificazione Biologica
  • Alcol 12.50%
  • Tappo Sughero

Vinificazione e Affinamento

Che trio: 50% Sauvignon Gris, 25% Sémillon e 25% Muscadelle da terreni argilloso-calcarei e argilloso-ghiaiosi con buona esposizione al sole. Rese basse, siamo intorno ai 25 hl/ha; questo permette di avere un’alta concentrazione di aromi. La gestione della vigna prevede che l’erba venga lasciata crescere spontaneamente tra i filari per favorire lo sviluppo di microrganismi, limitando la resa e anche il rischio di erosione. Selezione manuale delle uve prima della raccolta meccanica; segue una lunga macerazione che avviene a temperature controllate in tini di acciaio inox.

Descrizione Vino

“Jardiner...” fa parte della “Nono Signature”, la collezione di vini della cantina le cui etichette sono state disegnate da Nono, ex-raccoglitore e caro amico della famiglia Lacoste. Taglio di uve tipicamente associato alla produzione di vini bianchi passiti come il Sauternes, nel caso di “Jardiner”, Vincent decide di lasciare che siano semplicemente le tre uve a parlare. Ne ottiene una conversazione vivace tra amici di una vita; caratterizzata da complessità, si protrae fino alle prime luci di dell’alba, i cui riflessi rimandano al giallo paglierino del calice che i tre sorseggiano. Bocca bilanciata, note esotiche, finale di frutta fresca.

Chateau De Cranne

Francia

Chateau De Cranne

Dal 1856 la famiglia Lacoste è proprietaria dello Château de Cranne, a 40 chilometri di distanza da Bordeaux, situato in una posizione privilegiata sulle colline più alte della regione, lungo la riva destra della Garonna. Oggi è Vincent Lacoste, rappresentante della settima generazione di famiglia, a guidare questa azienda che può contare su 42 ettari di vigna, coltivati secondo i principi dell’agricoltura biologica, con certificazione in etichetta dal 2005. Il desiderio è quello di produrre vini di alta qualità e tipici del territorio, preservando la biodiversità dei suoli e mantenendoli vivi. I vitigni coltivati sono quelli che caratterizzano i blend bordolesi: merlot e cabernet sauvignon, e principalmente sémillon per le uve a bacca bianca. Le modalità di vinificazione hanno uno spirito contemporaneo, e prevedono macerazione sulle bucce per i bianchi, e un abito più beverino e succoso per i rossi.

Scopri il produttore >
Elemento Indigeno
Elemento Indigeno